Con che canzone inizi la giornata?

30 01 2007


Uno dei momenti fondamentali della giornata è quando di mattina ci si infila in macchina e si comincia la giornata. E’ un momento complicato perché, almeno per chi vive in città caotiche come la mia, si tratta di immettersi nel traffico, nel rapporto con gli altri, con i drammi quotidiani di una macchina che ha sempre qualcosa che non va . Fondamentale allora è avere una colonna sonora adeguata, che ti faciliti la partenza. Io ho un gruppo di canzoni che tengo apposta. Hanno una partenza più o meno dolce e poi piano piano vanno in crescendo e riescono a darti quell’energia fondamentale affinché tu possa entrare in contatto con il mondo civilizzato senza voler uccidere chiunque ti capiti sotto a tutti i costi. Spesso, ma non sempre, la vita del mio primario o del mio tutor del dottorato è stata salvata dalla canzone che avevo ascoltato.. Queste sono le 10 canzoni che più spesso utilizzo per partire la mattina ed ascolto nei 20 minuti che ci sono tra la casa e l’università (o l’ospedale, che tanto è attaccato all’università): – Jeeg Robot d’acciaio (la preferita… ah… un pizzico d’infanzia prima di gettarmi nei drammi altrui.. ripensare al cartone animato.. ah! che momenti.. a quei tempi Freud non sapevo neanche chi minchia fosse…) – Shine on you crazy diamond ( morbida .. lunghissima.. infinita.. pinkfloydiana oltre ogni dire.. buona per cominciare la giornata in modo psichedelico, ed ottima per il traffico, visto che dura 17 minuti..) – Little green bag (che sarebbe la canzone dei titoli di testa del film “Le Iene”, buona soprattutto d’estate, quando si può tenere il braccio fuori dal finestrino) – Un gran bel film (canzone battagliera del Vasco nazionale, ottima quando si è incazzati soprattutto perché all’inizio dice “io un fucile ce l’ho.. lo tengo sotto il letto!”) – Giudizi Universali (di Samuele Bersani.. più adatta alla primavera forse..) – Where the streets have no name (gli U2 vanno sempre bene.. questa canzone parte lenta e poi sfodera chitarre a tutto spiano) – Bohemian Rapsody ( oddio.. l’urlo in falsetto di Freddy Mercury ogni tanto può esser fuori luogo, però se si è in giornata sorridente è una canzone ottima per iniziare col piede giusto.. diciamo che va ben dosata.. ma se la predisposizione c’è allora l’effetto è grandioso) – Bolero (il Bolero di Ravel..oh bhè.. quello va bene per le giornate in cui ti prefiggi un grande obiettivo.. l’effetto è quasi quello della cavalcata delle valchirie, però ti dà meno istinto assassino secondo me.. diciamo che ti fa sentire il superuomo nietzchiano) – Mi fido di te (grande canzone di Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti. Personalmente la uso per partire nelle giornate in cui sono un po’ malinconico. Quando sento la necessità di dire a me stesso “mi fido di te.. cosa sei disposto a perdere?”) – Gli ostacoli del cuore (diciamo che è quella che sento più spesso per ora, perché è novità della classifica.. la voce di elisa è bella.. ma il modo in cui il liga entra nella canzone.. bhè.. da applauso… )