Il delirio di Montezemolo

22 06 2007


Montezemolo.. non ci siamo ! Non ci siamo proprio !
O ha smesso di prendere l’Haldol, oppure non gli fa niente e deve prendere medicinali più forti! I deliri stanno continuando.
A parte gli scherzi.. (che non c’è nulla da ridere..davvero..)
Cosa voglia fare Montezemolo non s’è capito. O meglio.. se ne dicono tante.. Molti credono che lui stia per buttarsi in politica, alla guida di un grande centro che prenda tutti, da Mastella, a Di Pietro, a Rutelli, fino a Casini.
Possibile.
Nel frattempo inizia a demolire tutto, a prendersela con tutti, a criticare ogni cosa, in modo da attirare le simpatie della gente. Eccerto! E che ci vuole? “Fanno tutti schifo! Sono tutti incompetenti! Troppe tasse! Non ci fate lavorare!” Se mi affaccio al balcone di casa mia e inizio ad urlare, di certo qualche minchione che si ferma e mi applaude lo troverò. Non è difficile. A far così siamo bravi tutti.
A Montezemolo non piace pagare le tasse. Ma perchè a chi piace? Eppure se le avessero pagate sempre tutti, o se almeno le pagassero tutti ora, di certo non saremmo in questo stato.
A Montezemolo non piace pagare i contributi. Non gli piace contrattare con i sindacalisti. Non gli piace che ci siano leggi e leggine che impediscono ai grandi industrialoni di fare il bello e cattivo tempo (anche se comunque lo fanno lo stesso…).
Montezemolo vorrebbe vagare a briglia sciolta, impunito ed impunibile, con tutti i suoi cari compari.
Facesse quello che vuole, alla fine. MA NON PUO’ DIRE CHE IL SINDACATO SI OCCUPA ORMAI DI FANNULLONI !
QUESTO NON E’ ACCETTABILE.
La CGIL è una grande famiglia. Come in tutte le grandi famiglie ci sono mele marce. Ci sono persone che vanno contro tutto e tutti, solo per farlo. Persone che rubacchiano di quà e di là. Non lo nego.
Ma infangare 100 anni di storia, 100 anni di lavoro, in cui si è cercato di proteggere le categorie più deboli, non si può.
Io collaboro con la CGIL di palermo, da anni ormai. Mi occupo di gente martoriata da capi e capetti che li mobbizzano per divertimento. E la CGIL è una delle poche organizzazioni attente al problema. Una delle poche ancore di salvezza per chi vive una condizione tremenda. Una delle poche istituzioni che sta cercando di spingere sto cacchio di governo a fare finalmente una legge contro il mobbing, così come l’Uninone Europea ci chiede da secoli!
Noi viviamo in un paese in cui la legge 626 su salute e sicurezza nei luoghi di lavoro non è applicata mai.
Noi viviamo in un paese in cui la gente muore di cancro per colpa dell’amianto.
Noi viviamo in un paese in cui si muore ogni settimana nei cantieri.
Invito chi passa di qua ad andare a vedere l’attività che svolgo con i miei colleghi in CGIL. Il link per il centro antimobbing lo trovate in questa pagina, a destra.
Fateci un salto veloce, ma fatelo.
Io non mi occupo di fannulloni! Io mi occupo di gente umiliata in pubblico ogni santo giorno. Mi occupo di gente costretta a lavorare in uno sgabuzzino. Mi occupo di gente che soffre di attacchi di panico perchè costretta a stare in un cazzo di call-center per ore ed ore, senza neppure un ricambio d’aria nello stanzone. Mi occupo di gente che riceve lettere di contestazione ogni istante senza motivazione. Mi occupo di gente costretta a stare in una stanza, isolata dal resto dei colleghi, obbligata a star seduta per 8 ore ad un tavolino, senza avere neppure un compito da fare..zero..niente..nulla..la follia!
Per carità, l’ho detto e lo ripeto, la CGIL non è la terra dei Santi. Ci sono tanti compagni che ci marciano. Lo so.
Ma non si può sostenere che la CGIL si occupa di fannulloni ed è gestita da fannulloni.
E’ un’infamia non solo contro il sindacato, ma contro tanti e tanti lavoratori, che nel sindacato hanno l’unico elemento di tutela.


Azioni

Informazioni



15 commenti to “Il delirio di Montezemolo”

22 06 2007
  shalom1953 (22:53:13) :

Caro il mio dottore che bella gatta da pelare porti in evidenza! In 35 anni di lavoro alle dipendenze di una grande azienda, ho potuto testare un pò tutti i tipi di sindacato ed altrettanti tipi di lavoratori, devo dire che ce n’è per il cane e per chi lo mena perchè di intrallazzi ne ho visti da ambedue le parti, ci sono gli iscritti per convenienza, i sindacalisti compiacenti, i direttori intrallazzati con i vari schieramenti e via discorrendo, è anche vero però che per tanti lavoratori in difficoltà il sindacato è l’unico appiglio possibile, quindi sono dell’idea che mister Montezemolo miri i suoi deliri per ottenere appoggi per un’eventuale candidatura politica, è la deduzione più logica.
Un abbraccio

22 06 2007
  ulz (22:56:47) :

concordo su molte cose che hai scritto qui sopra, ma chiudo qui il commento perchè diventerai volgare e per le volgarità solitamente uso il mio blog. quindi mi trasferisco di là a parlare del luca cordero.
saluta Simona!

23 06 2007
  infondoaimieiocchi (00:19:28) :

Sarò più breve del solito causa birra :-) ))
Dunque ammetto che la CGIL come tutti i sindacati si è resa spesso complice del padrone…ammettiamolo ok?
Ho fatto 15 anni di politica attiva e nonostante tutto ho sempre difeso la CGIL…non perchè sia stata complice delle malefatte, al contrario…credo che per migliorarla bisogna mandare dentro compagni validi e puliti!
Comunque tanto per intanderci la parte che più mi piace della CGIL è la FIOM;)))
Buona notte…crollo

23 06 2007
  giraffa.c (01:15:31) :

Non so quale sia lo scopo di Montezemolo però, stavolta, sono d’accordo con lui. Purtroppo, negli ultimi anni, i sindacati non hanno portato avanti uno straccio di rivendicazione a favore dei lavoratori, dei giovani o di chi si ammala nelle fabbriche. Sai quanti sindacalisti hanno preso “tangenti” per far concludere accordi tra impresa e ditte esterne? Tanti, tanti, tanti e, a parole, sono tutti paladini dei lavoratori. Paladini di se stessi:-(

23 06 2007
  S.B. (18:38:46) :

Il problema del paese è la serietà. Da una parte e dall’altra. Invece siamo il paese dei furbetti e dell’inciucio. Almeno questo ho visto io, da entrambe le parti.

24 06 2007
  Maccio (00:23:33) :

Rientro oggi da una settimana di mare, da vero fannullone quale sono ;)
Scherzi a parte vorrei scrivere qualche cosa in merito al tema proposto
1) la cgil ha una storia, scritta anche con il sangue, che parla da sola. Al di là di figure più o meno scadenti è tuttora un’organizzazione viva e democratica che non necessita di “uomini della provvidenza”, figura che invece piacerebbe tanto ricoprire a Montezemolo
2) credo che Montezemolo non se la volesse prendere con il sindacato come categoria di fannulloni, ma con i lavoratori statali e fannulloni comunque tutelati dal sindacato. Chiediamo a Montezemolo a quanto ammonta l’intervento statale per garantire la cassa integrazione nelle aziende da lui “maneggiate”?
3) su quanto scrive giraffa.c (negli ultimi anni i sindacati non hanno portato avanti nessuna “lotta” a favore dei lavoratori) mi sento di dissentire. Non è che giraffa.c scende ora da Marte?
- lotta per non eliminare l’articolo 18
- sciopero della cgil per denunciare il declino industriale italiano nel 2003 (ed il governo di allora ci sbertucciava, tranne poi rendersi amaramente conto che aveva ragione la cgil)
- le contrattazioni in atto per rinnovare tutti i contratti di lavoratori del commercio, turismo, metalmeccanica, pulizie, statali, …
Poi è certo che il sindacato ha un limite: rappresenta spesso lavoratori che vorrebbero il mondo senza il minimo sacrificio, ovvero che credono che solo per il fatto di esistere il sindacato sia in grado di vincere le lotte che questi lavoratori vogliono “imporgli”. Purtroppo non è così, senza i lavoratori che scendono in piazza il sindacato non ha bacchette magiche da opporre a imprenditori o sindacalisti intrallazzoni.
Sono veramente stufo di sentire sempre la solita litania: “E il sindacato dove è?”. Il sindacato è nelle piazze, nelle fabbriche, negli uffici, ma non si può pretendere che solo per il fatto di esistere possa vincere le battaglie, anche sacrosante, che che tanti vorrebbero fare. Bisogna affiancarlo ed aiutarlo a migliorare le forme di lotta!!!

24 06 2007
  giraffa.c (22:20:56) :

Eccomi, appena rientrata su Marte, dopo una gita sul Mare della Tranquillità della Luna. Avrei preferito non occupare troppo spazio sul blog di Antonio, ma ritengo opportuno chiarire il mio pensiero a Maccio: siamo tutti d?accordo sulla gloriosa e fondamentale attività svolta dai sindacati, in passato. Però, qui su Marte, abbiamo iniziato a perdere la fiducia in tale attività quando abbiamo visto sindacalisti lottare per se stessi, e per la ristretta cerchia di amici, li abbiamo visti chiedere strenne natalizie per mettere in contatto azienda/ditte esterne, li abbiamo visti troppo docili quando si è trattato di tutelare la salute degli operai delle fabbriche, li abbiamo visti tenere un comportamento di chiusura totale verso i piccoli imprenditori, agevolando i fannulloni e agevolando il fallimento dell?azienda. Sono completamente d?accordo con la difesa dell?art. 18 dello Statuto dei lavoratori, ma è opportuno chiedersi perché qualcuno ha avuto la tentazione di abolirlo, è opportuno anche chiedersi perché qualcuno ha avuto la tentazione di abolire la giusta causa di licenziamento, non credi? Forse, perché non viene applicata, così come non viene applicato il giustificato motivo soggettivo, forse perché in Italia, per poter licenziare un dipendente non è sufficiente dimostrare che sia uno scansafatiche. Su Marte abbiamo visto queste cose, e negarle non è utile né ai lavoratori onesti (che sono la maggior parte, anche non iscritti ai sindacati) né agli imprenditori onesti. Immagino che sulla Terra le cose funzionino meglio.

26 06 2007
  Regina Madry (20:33:25) :

Un piccolo commento, non per Montezemolo che come quasi tutti gli italiani si sente in dovere oltrechè in diritto di dire la sua su praticamente ogni cosa, ma riguardo il delicato argomento dei sindacati. Svolgono una funzione indispensabile, è vero, ma talvolta sono deboli con i forti e forti con i deboli. come dice la Giraffa, i piccoli imprenditori sono stati spesso messi in ginocchio dalla loro rigidità, ma altrettanto spesso accettano qualunque cosa, dimostrandosi “più realisti del re”, ovvero del padrone. Potrei parlarti per ore di 80 persone in mobilità dall’oggi al domani dopo 6 mesi senza stipendio, situazione prima e accordo poi accettati senza battere ciglio dalle principali sigle sindacali….quanto ai fannulloni con dolo e soddisfatti di esserlo perchè intoccabili, qualcuno vorrebbe forse negarne l’esistenza?

16 07 2013
  loi duflot 2013 (02:40:59) :

Formation agent immobilier afpa ecole formation patissier

Review my web page loi duflot 2013

21 08 2013
  medium (05:53:28) :

Horoscope du jour pour les taureaux horoscope juillet 2011

Review my site: medium

28 08 2013
  http://www.voyantpartelephone.org (20:55:12) :

Horoscope de la semaine prochaine horoscope capricorne asiaflash

my web site – voyance en ligne gratuite (http://www.voyantpartelephone.org)

8 09 2013
  voyance (04:38:40) :

Horoscope scorpion argent tirage des runes gratuits

My web page – voyance