Hoolligans inglesi a Palermo

28 09 2006


Ancora una volta i nobilissimi tifosi inglesi son riusciti ad esportare in giro per l’europa la piacevolezza del loro modo di tifare, sempre così pacato e saggio. Ancora una volta, ma stavolta nella mia città, proprio nella zona del teatro Massimo, si sono deliziosamente scatenati in maxi risse con tanto di lancio di pietre e distruzione di vetrine di negozi. Andrebbero premiati per la coerenza con cui da vent’anni non perdono un appuntamento che sia uno! Naturalmente hanno trovato delle corrispettive bestie di tifosi anche tra la mia gente, e pochi scatenati palermitani son stai al loro gioco come dei perfetti imbecilli.
Rinnovando sempre il ringraziamento per il modo cordiale con cui accolsero due settiman fa i giocatori ed i tifosi del palermo a Londra, cioè dicendo che siamo solo dei mafiosi e basta, mando a tutta questa bella gentaglia un cordiale saluto.
Londra è magnifica, l’Inghilterra è la patria del calcio, ma voi siete delle bestie.




Contro la pelliccia !!!!!

27 09 2006


Oggi la sfilata milanese di Roberto Cavalli è stata fermata per alcuni minuti da un gruppo di attivisti che hanno protestato contro l’uso di pellicce che fa lo stilista Cavalli, così come altri suoi illustri colleghi.
Non ho molto da dire se non.. BRAVIIIIIIII BRAVIIIIIIIIIII COMPLIMENTI A QUESTE PERSONE CHE HANNO IL CORAGGIO DI PRENDERSI ANCHE DELLE SBERLE MA NON SMETTONO DI MANIFESTARE CONTRO UN INUTILE MASSACRO!!! BRAVIIIIIIII !!!!!! ABBASSO LE PELLICCE, DI CAVALLI COME DI TUTTI GLI ALTRI!!!!!!!




il fantasma dello zio Sam

27 09 2006


L’altra sera giravo il mondo con “Google Earth” e guardavo paesi e paesini dal satellite, tra europa ed asia…
Poi mi son fermato nel centro di Bagdad e son rimasto stupefatto dalle case basse, tutte uguali, tutte quadrate, nella periferia..e l’ho visto.. è là.. tra le case tutte povere e tutte uguali…è là dove ogni giorno salta in aria qualcuno o qualcosa…dove si perde il conto dei corpi e delle teste..là ho visto aleggiare il fantasma dello zio Sam.. E’ ancora là, a chiamarne ancora..a chiamarne di nuovi… Sempre… Come l’angelo della Morte… là…




il figlio della Gioconda ????

27 09 2006


Leggo su Repubblica di oggi ( a pagina 41) che un gruppo di arditi studiosi canadesi (membri del CNRC Centro Nazionale di Ricerche Canadese), dotati di un supercomputer con i controcazzi si sono chiusi dentro il Louvre per 16 ore filate studiando con cura infinita strato per strato la divina Gioconda. Oh che nobile scopo!!
Dall?esame ne è uscito fuori che sarebbe stato scoperto il segreto della Gioconda.. Ancora???? Ma quanti segreti ha sto quadro benedetto??
Il segreto starebbe nel fatto che la Monna Lisa sarebbe stata raffigurata nella gioia susseguente la nascita del suo secondo figlio, dunque il suo sorriso sarebbe quello di una fresca neomamma.. E come è stato scoperto sto segreto che più che della gioconda sembra di pulcinella?? La cosa sarebbe stata compresa attraverso l?esame di uno strato di pennellate che di solito è impossibile vedere ad occhio nudo, ma che questo bel computerone ha saputo vedere (che bravo?), notando che Leonardo buonanima aveva dipinto uno strato di tessuto tipicamente indossato delle neomamme, un finissimo velo di mussolina.
Ma non è tutto! Nel dicembre 2005 un altro bizzarro cervellone elettrodomestico aveva studiato le gradazioni del sorriso, scoprendo, anzi certificando la gradazione dei sentimenti espressi: 82% di felicità, 6% di timore, 9% di altezzosità e 2% di collera? Ah però!!!
Ma se lasciassimo in pace sto quadro benedetto e ci godessimo un po? di mistero o comunque un po? di poesia senza spiegazioni? Il quadro lo conosciamo tutti, così come il museo che lo ospita (anzi che ce lo ha fottuto?), c?è bisogno di altra inutile pubblicità??
Quale sarà il prossimo obiettivo di questo supermegacervellone e dei suoi accoliti? Scoprire di che colore erano le unghia della Venere di Milo?




Hitler pittore…

27 09 2006


So bene che con i “se” e i “ma” non si fa la storia.. però non si può che riflettere un momento, guardando gli acquarelli che un giovane Adolf Hitler dipingeva mentre si trovava a far il militare in Belgio..
E se avesse fatto il pittore? E se non fosse divenuto ciò che poi è sciaguratamente stato? Eppure a dipingere era bravino… Chissà magari già in queste piccole pennellate c’è un pò di quella malinconia che poi si sarebbe trasformata in rabbia e nella tragedia che tutti conosciamo..
Bhè probabilmente non sarebbe cambiato poi molto.. ogni epoca produce ciò che si merita e ciò che più le serve.. Hitler è figlio dei suoi tempi e se non ci fosse stato lui probabilmente ce ne sarebbe stato un altro con le sue stesse idee..
Se non ci fosse stato Colombo, qualcuno prima o poi l’america l’avrebbe scoperta lo stesso del resto..
Però il dubbio viene, per un istante, e dona un piccolo brivido..

E se Hitler avesse fatto il pittore??




Mondo in Mi 7a

27 09 2006


In questi giorni mi è capitato di ascoltare “mondo in mi 7a” di A. Celentano.. A sentirne e leggerne le parole sembra così attuale.. purtroppo…

Prendo il giornale
e leggo che
di giusti al mondo non ce n’è.
Come mai, il mondo è così brutto!?
Sì! Siamo stati
noi a rovinare
questo capolavoro
sospeso nel cielo,
nel cielo, nel cielo!
Ahi ahi ahi ahi!
Ahi ahi ahi ahi!
Ahi ahi!
Ahi ahi ahi ahi ahi ahi ahi!

Leggo che
sulla terra
sempre c’è
una guerra,
ma però, per fortuna,
stiamo arrivando sulla luna
mentre qui c’è la fame,
c’è la fame!

Ahi ahi ahi ahi!
Ahi ahi ahi ahi!
Ahi ahi!
Ahi ahi ahi ahi ahi ahi ahi!

Ogni atomica è una boccia
e i birilli son l’umanità,
il capriccio di un capoccia
ed il mondo in aria salterà!

Si rapina il lunedì,
ci si ammazza gli altri dì,
guarda un po’ che società!
Ipocrisia,
qua e là,
non va!

Non esiste morale,
c’è per tutti un complesso,
un problema del sesso
e le persone serie
che non raccontano le storie
le hanno spedite in ferie!

Questa terra è il monopolio
delle idee sbagliate,
qui si premiano quei films
dove c’è un morto in più.

Si divorano i romanzi
con l’indizio a rate,
c’è persino corruzione
dove c’è lo sport.

Noo ragazzi,
ma non rattristatevi così.
Piccolo? Perché piangi così?
Eeh, allora staremmo freschi
se veramente nel mondo
succedessero tutte queste cose.
Eeh, e poi, lo sapete anche voi, no?
i giornali qualche volta
esagerano sempre un po’.
Guardate quello che scrivono su di me..
E poi se andiamo a vedere
questo giornale
chissà di quanti anni è…
Anzi, adesso voglio proprio vedere la
data.
E’ di oggi!

E se noi,
tutti insieme
in un clan, ci uniremo,
cambierà questo mondo
se noi daremo
una mano a chi ha più bisogno,
ci sarà solo amore,
solo amore,
ci sarà solo amore…
ah, ah, ah.




eutanasia

25 09 2006


Ognuno ha una sua opinione sull’eutanasia e non mi interessa convincere nessuno attraverso questo spazio. Come la penso io si sa..è scritto all’inizio di questo blog..RISPETTO PER SE STESSI E PER GLI ALTRI…
RISPETTO…

Dedico a chi soffre le parole della canzone più intelligente e dolce che conosca.. “la cura” di Battiato..

Ti proteggerò dalle paure delle ipocondrie,
dai turbamenti che da oggi incontrerai per la tua via.
Dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo,
dai fallimenti che per tua natura normalmente attirerai.
Ti solleverò dai dolori e dai tuoi sbalzi d’umore,
dalle ossessioni delle tue manie.
Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce
per non farti invecchiare.
E guarirai da tutte le malattie,
perché sei un essere speciale,
ed io, avrò cura di te.

Vagavo per i campi del Tennessee
(come vi ero arrivato, chissà).
Non hai fiori bianchi per me?
Più veloci di aquile i miei sogni
attraversano il mare.

Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza.
Percorreremo assieme le vie che portano all’essenza.
I profumi d’amore inebrieranno i nostri corpi,
la bonaccia d’agosto non calmerà i nostri sensi.
Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto.
Conosco le leggi del mondo, e te ne farò dono.
Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce per non farti invecchiare.
TI salverò da ogni malinconia,
perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te…
io sì, che avrò cura di te.




io sono contro la caccia

18 09 2006


Come sempre ricomincia la stagione venatoria e la mia adorata terra di sicilia diventa terra di fucili e schioppettate. Come sempre polemiche perchè a sentire i cacciatori cominciano troppo tardi e finiscono troppo presto… Noia noia noia!!!! Basta con le solite storie secondo cui i cacciatori sarebbero i veri amanti della natura, i soli a conoscere la vita degli animali e a rispettarli come si rispetterebbe un nemico che si onora.. BASTAAAAAA SONO TUTTE CAZZATEEEEEEEEE!!!!!!!!
QUESTO E’ UN BLOG CONTRO LA CACCIA!!!
QUESTO E’ UN BLOG CONTRO LA CACCIA!!!
QUESTO E’ UN BLOG CONTRO LA CACCIA!!!




un bacio a chi ci manca..

16 09 2006


E’ passato un anno..
A lei, dolcissima signora, che tanto ha saputo darmi, con pochi semplici gesti.. a lei che ha allevato con fatica e delicatezza la donna che amo..
A lei e a tutti coloro che tanto mancano a tutti noi..
Con affetto..

Stella che cammini, nello spazio senza fine
fermati un istante solo un attimo,
ascolta i nostri cuori caduti in questo mondo
siamo in tanti ad aspettare
donaci la pace ai nostri simili
pane fresco da mangiare
proteggi i nostri sogni veri dalla vita quotidiana
e salvali dell’odio e dal dolore
noi che siamo sempre soli nel buio della notte
occhi azzurri per vedere.
Questo amore grande, grande, grande
questo cielo si rischiara in un istante
non andare via, non ci abbandonare
stella, stella mia resta sempre nel mio cuore.
Proteggi i nostri figli puri nella vita quotidiana
e salvali dall’odio e dal potere
come il primo giorno come nella fantasia
occhi azzurri per vedere.
Grande, grande, grande
questo cielo si rischiara in un istante
non andare via, lasciati cadere,
stella, stella mia resta sempre nel mio cuore.

(A. Venditti)




"zeitgeist": lo spirito del tempo…

13 09 2006


Nell?ultimo numero della Settimana Enigmistica, e precisamente nelle Parole Crociate n° 85137, ho trovato la seguente definizione: ?Lo spirito del tempo nel moderno linguaggio filosofico?. Naturalmente non avevo idea di quale fosse la risposta giusta, ma con un po? di pazienza e l?incrocio di orizzontali e verticali sono giunto alla parola ?Zeitgeist?.
Ciò che più mi ha incuriosito allora (al di là del termine teutonico che ha come sempre un mix di forza, crudezza e intellettualoide malinconia) è stato il sapere cosa mai fosse lo spirito del tempo. Così mi butto a capofitto su ?google immagini?, digito ?zeitgeist? e vedo che ne spunta fuori. All?inizio spero non esca fuori nulla, perché forse lo spirito del tempo è qualcosa di indescrivibile, che si sente, ma non si può raffigurare o fotografare. La mia speranza dura più o meno due secondi. Poi sadicamente giungono i risultati sotto forma di piccole icone. E con esse la consapevolezza che anche l? odierno spirito del tempo è stato tradotto in fotografie.
In ordine spuntano le seguenti immagini (provare per credere..):
Zeitgeist è?
1) una foto della giovane attrice americana ?neoninfetta? Lindsay Lohan
2) un disegno in bianco e nero, romantico, con ragazzi trascinati dal vento
3) un scritta in grigio come homepage del sito ?Zeitgeist?
4) l?elaborazione al pc di una foto virata in rosso di un tal Marc Sardin
5) una modella in vestito da sera nero, dal sito ?zeitgeist-models.de?
6) il disegno del personaggio di un cartone animato (probabilmente), vestito di marrone-grigio, con sguardo truce, che imbraccia un mitra ed al braccio ha una fascia simil-nazista
7) un grafico della google sulle ricerche attuate negli ultimi mesi 8) altri disegni in bianco e nero, similmedievali, stile Yeronimous Bosch
9) una foto della galleria d?arte ?Zeitgeist?
10) il disegno a pastello di una ragazza dai capelli rossi, che in qualche modo ricorda (quasi in una filosofica circolarità degli eventi) Lindsay Lohan.

Dunque cercando su google un?immagine del nostro contemporaneo spirito del tempo spuntano fuori: un?attrice (più nota per gossip che non per film), due disegni di tipo medievale e globalmente 3 disegni a matita, un grafico, la prima pagina di una homepage, un?elaborazione artistica di foto, un vestito da sera, una galleria d?arte ed un cartone animato violento.
Attraverso un procedimento veloce e semplice sono giunto a quelle che sono le icone del nostro tempo, le immagini che incarnano lo spirito della nostra vita odierna.
Resta da vedere quanto noi ci rispecchiamo in questi simboli e quanto ci rappresentano, dunque.
Siamo amore per i vip? Per lo spettacolo inteso come gossip ? Siamo internet? Siamo cartoni animati violenti? Siamo gallerie d?arte?

Confesso che da anni ho un po? perso amore per la filosofia, a favore della sociologia e più che altro della psicologia. Se mi chiedessero qual è lo spirito del nostro tempo, probabilmente farei riferimento ai disturbi d?ansia che vedo negli occhi e nelle parole della gente tutte le mattine.
Probabilmente il mio punto d?osservazione è ristretto e in giro non c?è solo ansia. Ma non pensavo che lo spirito del nostro tempo fosse personificato da Lindsay Lohan.. Non me lo aspettavo proprio.. Eppure a pensarci bene, forse ce lo meritiamo?




fiaba

12 09 2006


“fiaba”- antonio76- 11 settembre 2006

dedicato a chi ha un castello di sabbia..
a chi ne esce… per andar incontro al suo destino..




No videogiochi violenti ai bambini

6 09 2006


Stamani solita scena.
Entro in una stanza di degenza della corsia e trovo un bimbo in pigiama intento a giocare con la playstation portatasi da casa. Per allacciare un rapporto con lui inizio a parlare partendo da ciò che sta facendo, dunque dal videogioco. Come spesso accade, l?immagine che mi si presenta è un piccolo frammento del suo quotidiano riportato dentro la dimensione dell?ospedale: lui da solo ?depositato? davanti alla tv, con la madre in corridoio.
Mi parla del gioco che ha caricato in quel momento: lui ha il ruolo di un gangster che deve farsi strada tra la malavita, uccidendo giudici, rapinando auto e sporcando la città in ogni modo; può uccidere i nemici col coltello, con la pistola, con il martello, con il mitra. Vicino a sé ha un sacchettino di plastica contenente tutti i suoi videogiochi e orgoglioso me li mostra. Tra di essi noto con chiarezza dei giochi che hanno in copertina il marchio ?18+?, che significa inadatti per i bambini, per linguaggio e crudezza delle scene. Il bambino ha molto meno di 10 anni ed è affetto da una sindrome specifica dalla nascita, che in concomitanza all?assunzione di farmaci ?pesanti ma necessari? ha causato anche la rapida perdita dei capelli .
Parlando sempre di più inizio a proporgli alternative più creative al videogioco e lui in breve se ne distacca, mettendosi a parlare e giocare con me.
Mi aveva detto di non saper disegnare. Invece disegna benissimo e farlo lo diverte.
Capisco che ad un bimbo malato non è sempre facile dire di no, specialmente riguardo ai giochi, ma è pur vero che mettere in mano a bambini giochi violenti è da banditi.
Non sono uno che criminalizza in tutto e per tutto i videogiochi, neppure quelli violenti. Per una persona adulta, magari anche per un 16enne possono essere un passatempo divertente e tutto sommato innocuo. Ma penso che la mente di un bimbo non sia perfettamente in grado di elaborare le differenze tra regole di un videogioco e quelle della convivenza civile. Naturalmente sa distinguere gioco da realtà, ma non gli è facile capire che le regole di un gioco non valgono per la realtà. Proporre ad un bimbo di 8 anni di identificarsi in prima persona con un malavitoso che vuol fare carriera è stupido e pericoloso. Questo penso sia anche peggio in quei bimbi con sofferenze dovute a malattie croniche, che già non si sentono del tutto uguali agli altri.
Non è la prima volta che vedo bambini ?posteggiati? davanti alla playstation, con la scusa che l?ha richiesta lui.
Non è la prima volta che vedo accadere ciò in ospedale, con la scusa che così si sente più a casa sua.
Non è la prima volta che li vedo giocare con giochi violenti, senza battere ciglio, con la scusa che ormai non li spaventa niente.
I bimbi non chiedono la playstation, chiedono affetto, pazienza e tempo. Se non li trovano si dirottano sulla playstation.
I bimbi lo sanno che l?ospedale non è casa loro e non chiedono che si cerchi di ricrearla. Chiedono di sapere di cosa soffrono e quanto tempo devono stare in ospedale.
I bimbi perdono forse il senso della sorpresa, a causa della tv, ma di certo non perdono le loro paure a causa di quest?ultima. Semmai le dirottano su nuovi elementi .
Troppe volte vedo dei papà che comprano videogiochi in cui si organizzano rapine, in cui si diventa assassini a pagamento, serial killer o soldati. Se vogliono comprarli per sé, allora nulla da dire, fatti loro. Ma evitassero di farci giocare i figli di 8 anni. Sono piccole cose che non costano nulla e si possono evitare tranquillamente se uno ci sta attento.

Il bimbo che ho incontrato oggi uccide nemici a raffica, però (come mi confida la madre) ha paura della pioggia. In tv ha visto l?uragano Katrina e da allora ha paura della pioggia quando batte forte. I mostri artificiali vanno bene, mentre gli eventi naturali spaventano.
Il bimbo di oggi ha pollici d?oro se si tratta di guidare personaggi dei videogame, ma poi ha difficoltà se deve piegare un foglio per fare un origami . Manualità artificiale e manualità naturale.

Il bimbo di oggi. I bimbi di oggi. E i genitori di oggi.

A chiunque legga queste pagine faccio un piccolo appello: NON COMPRATE VIDEOGIOCHI VIOLENTI AI VOSTRI BAMBINI .




i 25 libri più amati dagli italiani

5 09 2006


Pochi mesi fa ?la Repubblica? ha svolto un sondaggio interessante sul tema: quale libro avete nel cuore o ha cambiato la vostra vita?
In molti hanno risposto e ne è uscito un variegato catalogo con oltre 2000 voci, che la mia fidanzata si è premurata di analizzare e indicizzare con tanto di nomi e numero di voti . Ringraziando dunque Simona per il lavoro svolto offro qui alla popolazione del blog l?elenco dei 25 libri più amati .
Aggiungo per dovere di cronaca che il sottoscritto non ha partecipato al suffragio, ma se lo avesse fatto probabilmente avrebbe votato per l? intera ?Enciclopedia dei 15?, che negli anni ?70 e primissimi ?80 andava di moda alla grande, ed attraverso la quale credo di avere costruito la mia prima infantile rappresentazione del mondo, tra dinosauri, atlanti del corpo umano e antiche fiabe europee.

1° posto) CENT’ANNI DI SOLITUDINE GABRIEL GARCIA MARQUEZ 266
2° posto) IL PICCOLO PRINCIPE ANTOINE DE SAINT EXUPERY 138
3° posto) SE QUESTO E’ UN UOMO PRIMO LEVI 127
4° posto) SIDDHARTA HERMAN HESSE 112
5° posto) 1984 GEORGE ORWELL 109
6° posto) IL MAESTRO E MARGHERITA BULGAKOV 102
7° posto) L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELL’ESSERE MILAN KUNDERA 101
8° posto) IL GIOVANE HOLDEN SALINGER 100
9° posto) LA BIBBIA ? 92
10 posto) IL SIGNORE DEGLI ANELLI TOLKIEN 84
11° posto) OCEANO MARE A BARICCO 81
12° posto) MEMORIE DI ADRIANO MARGUERITE YOURCENAR 81
13° posto) DUE DI DUE ANDREA DE CARLO 80
14° posto) SULLA STRADA KEROUAC 76
15° posto) IL NOME DELLA ROSA UMBERTO ECO 75
16° posto) IL GABBIANO JOHNATHAN LIVINGSTON RICHARD BACH 73
17° posto) DELITTO E CASTIGO FEDOR DOSTOEVSKJI 73
18° posto) L’ALCHIMISTA PAULO COELHO 59
19° posto) IL DESERTO DEI TARTARI DINO BUZZATI 58
20° posto) UN UOMO ORIANA FALLACI 56
21° posto) L’AMORE AI TEMPI DEL COLERA GABRIEL GARCIA MARQUEZ 54
22° posto) NARCISO E BOCCADORO HERMAN HESSE 53
23° posto) LA CASA DEGLI SPIRITI ISABEL ALLENDE 50
24° posto) LA STORIA ELSA MORANTE 49
25° posto) ALLA RICERCA DEL TEMPO PERDUTO PROUST 49




più di mille parole…

4 09 2006


dignità.. autorevolezza.. saggezza.. in una sola immagine.. più di mille parole .




CUL..tura a Venezia

4 09 2006


Ressa di fotografi e accoglienza da star per Manuela Arcuri. L’attrice è a Venezia per promuovere "Onore e rispetto" una fiction in onda prossimamente su Canale 5 della quale è protagonista con Gabriel Garko e Serena Autieri. Wow!!! Questa si che è Mostra d’arte cinematografica!! Ma si non se ne poteva più dei film francesi che non dicono nulla, dei soliti iperpresenti film cinesi con le donne spadaccine che svolazzano di qua e di là, dei film italiani col suono in presa diretta stile Amelio o Avati!! Un pò di sana cul…tura con la Arcuri..quella si che è arte e natura suvvia!! Per dovere di cronaca aggiungo una foto della Arcuri che sale la scalinata del Palazzo del cinema della ridente cittadina veneta. Oddio forse ho sbagliato foto.. Vabbè sta bene uguale….